Breve storia di un frigo abbandonato

Cremona, abbandona il frigo davanti al centro di raccolta: il sindaco glielo riporta a casa e lo multa.

 

Accade nel comune di Gerre de’ Caprioli, paese in Provincia di Cremona, un uomo decide di abbandonare un vecchio l’elettrodomestico davanti al centro di raccolta comunale, che in quel momento era chiuso. E fin qui niente di nuovo – purtroppo – se non fosse che l’identità dell’autore del reato è stata subito identificata grazie alle due telecamere installate fuori dal cancello della discarica.

 

La reazione del sindaco Michel Marchi è stata immediata. Il primo cittadino ha deciso di riportare l’elettrodomestico a casa del suo “vecchio” proprietario con tanto di messaggio scritto sullo sportello: “Caro signore, ti è scivolato il frigo davanti alla discarica di Gerre. Per fortuna ti abbiamo visto e te lo riportiamo. Poi ti mando anche la multa”.

 

Marchi condivide l’accaduto su Facebook girando un video accanto all’elettrodomestico nel quale ha racconta nel dettaglio l’episodio: “Cari amici e concittadini oggi inauguriamo un nuovo servizio del Comune di Gerre de’ Caprioli. Come vedete, abbiamo trovato questo frigorifero abbandonato davanti alla discarica. Però, fortunatamente, le telecamere hanno ripreso il veicolo che lo ha trasportato e quindi questo nuovo servizio consiste nel fatto che abbiamo lasciato una piccola dedica al proprietario e adesso glielo riportiamo a casa”.

 

“Ovviamente poi la settimana prossima gli faremo avere anche la multa”, ha assicurato Marchi nel video in cui spiega che il “caro signore” viene da un paese vicino. “L’attenzione alla gestione dei rifiuti è fondamentale”, ha concluso il primo cittadino, ricevendo anche gli applausi.

 

Un gesto sicuramente inusuale che però pone l’accento sulla tematica della corretta gestione dei rifiuti e in particolare dei RAEE, Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Conferire in modo responsabile significa non solo evitare multe, ma aiutare la salute dell’ambiente e di noi stessi. Farlo non è solo un diritto, ma un dovere ed è sempre gratuito.

 

Guarda il video realizzato da Remedia sulla corretta gestione dei RAEE.

 

Iscriviti alla newsletter.
Scopri tutte le novità Remediapervoi!
Indirizzo Email non valido